Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni
Get the Flash Player to see this rotator.
Tu sei qui: Portale PAES Documentazione Decalogo - Le cose da fare
martedì 26 settembre 2017

Decalogo - Le cose da fare

Dieci step per le Amministrazioni locali

  1. Approvare in Consiglio Comunale l’adesione all’iniziativa “Patto dei Sindaci” (Covenant of Mayor), lanciata il 29 gennaio del 2008 dalla Commissione Europea con l’obiettivo di coinvolgere le municipalità europee in un processo di miglioramento delle politiche energetiche a scala locale, nell’ambito delle azioni intraprese a livello comunitario volte a contrastare i mutamenti climatici, attraverso la riduzione delle emissioni di gas serra per rallentare il processo di riscaldamento globale.

  2. Compilare il modulo online (http://www.eumayors.eu/registration/signatory_en.html).

  3. Compilare e caricare sul sito ufficiale dell’iniziativa  (http://www.eumayors.eu) lo schema di adesione, a firma del Sindaco, individuando un referente locale per l’iniziativa, con il quale si formalizza l’impegno a:
    a) Preparare un Inventario di Base delle Emissioni (IBE) entro l’anno successivo alla data di adesione;
    b) Presentare un Piano d’azione per l’energia sostenibile (PAES), approvato dal Consiglio comunale, entro l’anno successivo alla data di adesione (n.b. il comune viene temporaneamente sospeso dalla lista delle città aderenti qualora non consegni il PAES entro i 12 mesi. Alla consegna il comune recupera in pieno la qualifica di città aderente all’iniziativa).
    c) Pubblicare periodicamente - ogni 2 anni dall’invio del PAES - i Rapporti di attuazione indicanti lo stato di attuazione del piano d’azione e i risultati intermedi;
    d) Promuovere le attività e coinvolgere i cittadini/gli attori interessati, tra cui l’organizzazione delle Giornate locali per l’energia;
    e) Diffondere il messaggio del Patto dei Sindaci, in particolare esortando gli altri enti locali ad aderire e a offrire il loro contributo ai principali eventi e workshop tematici.
  4. Creare una struttura amministrativa adeguata alla gestione dell’iniziativa. A tal fine si specifica che con gli accordi di partenariato sottoscritti con la Direzione Generale dell’Energia della Comunità Europea, rispettivamente in data 25 settembre 2010 e 23 febbraio 2011, sia la Provincia di Isernia che ALI Comuni Molisani hanno aderito all’iniziativa “Patto dei Sindaci”, accreditandosi ambedue nel ruolo di “Coordinatore territoriale del Patto”, ovvero di strutture di supporto tecnico-finanziario e di consulenza strategica ai comuni molisani che aderiscono al Patto dei Sindaci.

  5. Elaborare la proposta di PAES finalizzata alla riduzione di almeno il 20% delle emissioni di gas serra entro il 2020, rispetto ad un anno di riferimento prescelto (tipicamente il 2005). Per la redazione del PAES sono disponibili le linee guida: How to develop a sustainable energy action plan" – JRC, 2010.

  6. Approvare in Consiglio Comunale la proposta di PAES.

  7. Trasmettere il PAES all’Ufficio europeo del Patto dei Sindaci, mediante il sistema di invio online (http://www.eumayors.eu) disponibile nell’area “Il mio Patto” (accesso protetto da password). Il comune deve, al contempo, compilare il modulo PAES in inglese; il modulo costituisce uno strumento telematico che consente di riepilogare i risultati dell’Inventario di Base delle Emissioni e dei principali elementi del proprio PAES.

  8. Il PAES viene valutato dal Centro di Ricerche Europeo (JRC) per conto della Commissione Europea e, una volta approvato, i punti salienti vengono pubblicati sul sito web del Patto dei Sindaci.

  9. Fase di attuazione del Piano d'azione per l'energia sostenibile da parte dell’Amministrazione.

  10. Ogni due anni dalla presentazione del Piano d’azione per l’energia sostenibile (PAES) e sino al 2020, è obbligatorio da parte del Comune presentare un rapporto sull’attuazione del proprio PAES. Questi rapporti intendono verificare la conformità dei risultati intermedi a fronte degli obiettivi previsti in termini di misure attuate e di riduzioni delle emissioni di CO2. A tal fine deve essere compilato un modulo online strettamente correlato al modulo PAES già esistente. I principali risultati saranno pubblicati sul sito web del Patto. Per la elaborazione dei report di monitoraggio sono disponibili le linee guida: “Reporting Guidelines on Sustainable Energy Action Plan and Monitoring”  JRC, 2014.

 

Azioni sul documento
posta certificata sfide
RoundCube Webmail


Google
I comuni
I 52 comuni dell'agenzia
Contatti

Agenzia Sfide

Via G. Berta

Palazzo della Provincia - IV° Piano Ala C

86170 - Isernia

Tel 0865/441343 - Fax 0865/441258

info@agenziasfide.it

Accesso Privato Sfide

Agenzia Sfide su Facebook

 

 
Strumenti personali